Attualità » Novità
 
Ricerca
 
Registrazione  - Login

VSSU Campus
Rinnovo del CCL dei servizi di sicurezza privati

L’Associazione imprese svizzere servizi di sicurezza (AISS) e il sindacato Unia hanno concluso un accordo in vista della proroga del CCL di obbligatorietà generale e dell’introduzione, il 1° gennaio 2020, di un CCL del ramo dei servizi di sicurezza privati adeguato. Sono previste varie modifiche in materia di salari, congedo paternità, gestione dell’orario di lavoro e controllo dei subappalti. In tal modo, i partner sociali intendono preservare la qualità delle prestazioni nel settore privato dei servizi di sicurezza e migliorare le condizioni di lavoro delle/degli agenti.

PDF

 

 

 

Pubblicazioni primavera 2020
Pubblicazioni primavera 2020
  • Esame di professione Agente di sicurezza sorveglianza (in lingua tedesca e francese)
  • Esame di professione Agente di sicurezza manifestazioni (in lingua tedesca e francese)
con attestato professionale federale
Le pubblicazioni degli esami di professione Agente di sicurezza sorveglianza e Agente di sicurezza manifestazioni primavera 2020 sono disponibili online (in lingua tedesca e francese):Punti importanti per l’iscrizione all’esame:
  • Inviare i documenti d’iscrizione il più presto possibile.
  • Far pervenire in modo continuativo i dossier completi, senza aspettare di poter inviare tutti insieme i dossier degli interessati dell’azienda.
  • Compilare le iscrizioni all’esame sempre online.
 

Supplementi ai diplomi

D’ora in avanti per i diplomati agli esami professionali federali la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) rilascia dei supplementi ai diplomi. I supplementi ai diplomi descrivono, tra l’altro, il profilo dell'attività professionale e consentono ai datori di lavoro svizzeri e stranieri di valutare le competenze specialistiche dei titolari di attestato professionale.

I diplomati degli esami professionali offerti dall’AISS riceveranno, insieme all’attestato professionale, anche il supplemento al diploma personalizzato. Chi è già titolare di attestato professionale ASS o APB può richiedere direttamente alla SEFRI un supplemento al diploma. Tassa CHF 150.–. 

 LINK .

 

Manuale di sicurezza eventi

Aumentare la professionalità del settore privato dei servizi di sicurezza: uno degli obiettivi dichiarati dell’AISS. Guidato da questo filo conduttore e coordinato da Heinz Oesch, presidente CoFo, un gruppo di lavoro di esperti dell’AISS ha redatto il manuale di sicurezza eventi. Il manuale stabilisce standard a livello svizzero per il settore d’attività dei servizi di sicurezza durante le manifestazioni. Lo correda un glossario che promuove l’uniformità dei termini.

I membri attivi e associati all’AISS come pure le istituzioni possono utilizzare il manuale di sicurezza eventi a titolo gratuito. Per i candidati all’adesione e altri soggetti interessati il costo è di CHF 200.–. Gli interessati possono ordinare il manuale per e-mail a info@vssu.org

 

 

 

VSSU-Campus

La piattaforma didattica elettronica VSSU-Campus funziona dal 7 dicembre 2017 su un nuovo sistema e corrisponde ora allo stato attuale della tecnica. I candidati accreditati all’esame ASS della primavera 2018 possono già esercitarsi sulla nuova piattaforma. Qui il link diretto:  VSSU-Campus

 

 

 

Formazione di base secondo il CCL

Come annunciato all’assemblea generale del 2017, VSSU ha rielaborato i contenuti della formazione di base per il personale operativo nel settore dei servizi di sicurezza. Tali raccomandazioni sulla formazione di base secondo l’art.10 del Contratto collettivo di lavoro del ramo dei servizi di sicurezza privati sono stati ora caricati online: PDF-File. Per quanto riguarda le competenze operative e gli obiettivi didattici indicati, questi costituiscono i requisiti minimi.

 

 

 

Assicurazioni sociali: prudenza nell’assunzione di frontalieri

In seguito alle modifiche, in vigore dal 2015, apportate all’Accordo bilaterale sulla libera circolazione delle persone stipulato tra Svizzera e UE (ALC) e relativo allegato II, i frontalieri che svolgono attività dipendente non solo in Svizzera ma anche nel loro paese di domicilio nella misura almeno del 25%, sono sottoposti al pagamento delle assicurazioni sociali del loro paese di domicilio. Tale norma si riferisce all’intero salario, compresa la quota parte guadagnata in Svizzera.
Restano sottoposti alle assicurazioni sociali svizzere tutti i frontalieri che lavorano esclusivamente in Svizzera.

Informazioni dettagliate sull’argomento su: link

 

 

Contratto collettivo di lavoro servizi di sicurezza privati